Informazioni personali

La mia foto
Beh... la premessa è... i ladri nn possono rubare l'amore... ma spesso l'amore rende ladri... Cercate di vivere la vita e goderne della sua felicità... e poi... se vi stuzzica la curiosità... seguitemi!!!

20 settembre 2008

Denti di Leone





Nel prato di un giardino pubblico, con il limpido sole della primavera, in mezzo all'erba tenera, erano spuntate le foglie dentellate e robuste dei Denti di Leone.

Uno di questi esibì un magnifico fiore giallo, innocente, dorato e sereno come un tramonto di maggio.



Dopo un pò di tempo il fiore divenne un "soffione": una sfera leggera, ricamata dalle coroncine di piumette attaccate ai semini che se ne stavano stretti stretti al centro del soffione.

E quante congetture facevano i piccoli semi.

Quanti sogni cullava la brezza alla sera, quando i primi timidi grilli intonavano la loro serenata.

“Dove andremo a germogliare?”

“Chissà?”

“Solo il vento lo sa”.

Un mattino il soffione fu afferrato dalle dita invisibili e forti del vento.


I semi partirono attaccati al loro piccolo paracadute e volarono via, ghermiti dalla corrente dell'aria.

“Addio....addio”,

si salutavano i piccoli semi.

Mentre la maggioranza atterrava nella buona terra degli orti e dei prati, uno, il più piccolo di tutti, fece un volo molto breve e finì in una screpolatura del cemento di un marciapiede.


C'era un pizzico di polvere depositato dal vento e dalla pioggia, così meschino in confronto alla buona terra grassa del prato.

“Ma è tutta mia!”,

si disse il semino.

Senza pensarci due volte, si rannicchiò ben bene e cominciò subito a lavorare di radici.

Davanti alla screpolatura nel cemento c'era una panchina sbilenca e scarabocchiata.

Proprio su quella panchina si sedeva un giovane.

Era un giovane dall'aria tormentata e lo sguardo inquieto.

Nubi nere gli pesavano sul cuore e le sue mani erano sempre strette a pugno.


Quando vide due foglioline dentate verde tenero che si aprivano la strada nel cemento.
Rise amaramente:
“Non ce la farai! Sei come me!”,
e con un piede lo calpestò.
Ma il giorno dopo vide che le foglie si erano rialzate ed erano diventate quattro.

Da quel momento non riuscì più a distogliere gli occhi dalla testarda coraggiosa pianticella.

Dopo qualche giorno spuntò il fiore, giallo brillante, come un grido di felicità.

Per la prima volta dopo tanto tempo il giovane avvilito sentì che il risentimento e l'amarezza che gli pesavano sul cuore cominciavano a sciogliersi.

Rialzò la testa e respirò a pieni polmoni.

Diede un gran pugno sullo schienale della panchina e gridò:
“Ma certo! Ce la possiamo fare!”

Aveva voglia di piangere e di ridere.
Sfiorò con le dita la testolina gialla del fiore.
Le piante sentono l'amore e la bontà degli esseri umani.

Per il piccolo Dente di Leone la carezza del giovane fu la cosa più bella della vita.
Non chiedere al vento perchè ti ha portato dove sei.

Anche se sei soffocato dal cemento, lavora di radici e vivi.

Tu sei un messaggio.

Anche questa piccola storia è un seme portato dal vento.

Dove atterrerà solo il vento lo sa.









4 commenti:

  1. e' inutile la piantina morira' .......e lui nello spazio temporale morira'.........andrea

    RispondiElimina
  2. ciao cara...se permetti voglio rispondere all'amico anonimo e negativo....."hai ragione caro amico...tutti dobbiamo morire...ma tra la nascita e la morte c'è la vita e,anche se nn tutto dipende da noi, cerchiamo almeno di essere il più possibile positivi e vedere il bicchiere mezzo pieno...di essere felici per ciò che si ha e nn infelici x ciò che ci manca.....tutti abbiamo e abbiamo avuto ed avremo problemi ma io ho scelto di vivere da V.I.P.......
    alttttt che hai capito?? ho scelto di Vivere In Positivo e credimi da quando ho fatto questa scelta sono molto più serena...e mi fermo anch'io ad accarezzare il fiorellino che spunta da una crepa nel cemento.....e mi nasce un sorriso...fermati anche tu a guardare bene cosa c'è di bello attorno a te..nn limitarti solo a vedere......
    ti abbraccio.....

    RispondiElimina
  3. rispondo a pasticcino ......se tu pensi che io non abbia voglia di vivere scusami sei fuori strada .....e' una mia riflessione personale io la sfioro la morte e' quando accade mi da' un senso di rinascita mi si' scarica tutta l'adrelanina che ho in corpo .....la forza di vivere in noi e frutto solo di sopravivenza .....il fiorellino nel suo piccolo fa' come noi .......che tu viva in positivo sn contento x te'........ma anche nella mia dimensione di negativita' trovo il positivo.......ma credimi sfiorare lei......e' come avvicinarsi e' x un attimo vadere tutta la tua vita in un flash..........tutte le nostre vite le viviamo come meglio crediamo ........io invece la vivo male perche' so' che sn come quel fiorellino ho tentato di crescere in una crepa del cemento ma contro l'impossibile e difficile vivere ......ma tutto questo mi rende ancora piu' cattivo con il senso della vita .........andrea

    RispondiElimina
  4. ciao Andrea,, perdonami ma ho risposto al tuo primo commento...molto asciutto, lapidario...e l'impressione che ne avevo avuto era che a scrivere quelle due righe fosse una persona che nn vedesse altro che la FINE....e la cosa mi aveva fatto dispiacere.....molto.
    dici che "sfiori la morte" ma tutti la sfioriamo in ogni attimo della nostra vita anche se magari non ci pensiamo, non ce ne accorgiamo, mentre tu ne sei consapevole..... e giustamente ne soffri e ti chiedi il senso del tuo esistere....
    io nn volevo nè sottovalutare i tuoi problemi nè criticare ciò che hai scritto...pensavo solo di lasciarti un mio pensiero e di poterti essere utile...augurarti insomma di poter sorridere di più guardando il fiorellino......
    probabilmente ho fallito il mio intento...scusami :-( besos

    RispondiElimina

La moderazione dei commenti è stata attivata e verranno approvati dall'autrice del blog.

Related Posts Plugin for WordPress, Blogger...

Lettori fissi



…E sono tua....
Come quando per gioco
mi tieni nel cerchio di fuoco,
Stringendolo lentamente
fino a rendermi meravigliosamente
tua...

E sono tua....
nell’ebbrezza dei tuoi desideri
e della tua passione....
La stessa passione che dà
un significato in più
ad ogni volta che ti dico
che ti amo...
ad ogni volta che ti dico
che ti voglio...

Visualizzazioni totali

Dal 25.03.2009

Dal 18.12.2012