Informazioni personali

La mia foto
Beh... la premessa è... i ladri nn possono rubare l'amore... ma spesso l'amore rende ladri... Cercate di vivere la vita e goderne della sua felicità... e poi... se vi stuzzica la curiosità... seguitemi!!!

24 dicembre 2016

Natale 2016










La vita ci concede sempre una scelta, siamo noi a decidere quale essa sia, non è detto sia sempre quella giusta, ma è molto raro trovarsi davanti ad un senso unico.


Scegliete di vivere questo momento con un sorriso, anche se non sapete cosa vi aspetterà o quale possa essere il vostro futuro… 
sorridete alle persone che amate… 
vivete attraverso gli occhi dei bambini e godetevi questo stupendo periodo dell’anno… 
avrete sempre tempo per preoccuparvi… 
ma ora è il tempo per essere felici.



Buon Natale a voi tutti e a cui vorrete concedere un sorriso, perché esse, sono le persone che si meritano di essere felici insieme a voi.






Augurissimi!!!






26 settembre 2016

Pitture acriliche











Pensavo che fosse un pesce che nuotava nell’acqua.

Poi ho guardato meglio e sono rimasta senza parole.

Si trattava di pitture acriliche, totalmente realistiche, realizzate sotto diversi strati di resina.

Keng Lye… ciò che fa questo artista è davvero indescrivibile.


Questo pesce in realtà è dipinto sul fondo di un recipiente di legno.


E’ dipinto usando un metodo speciale.

Il corpo del pesce è tratteggiato attraverso diversi strati di resina così da creare un effetto tridimensionale.


Qui viene applicato il primo strato di resina.


L’artista aspetta che il liquido si indurisca.


Quindi il pesce, assieme a tutti gli altri piccoli dettagli, viene disegnato su questo strato indurito per creare un’illusione perfetta.


Quando il pesce è finito, e la pittura è asciutta, l’opera d’arte appare così…


Un ultimo strato di resina viene applicato.


In questo caso non per creare un effetto 3D ma per aiutare il colore a risultare più brillante.


Keng Lye non dipinge solo pesci ma anche altri abitanti del mare, come questo polipo che affiora a pelo d’acqua.


L’artista di Singapore davvero ci sbalordisce con le sue creazioni… il suo incredibile senso della prospettiva fa sembrare ogni creatura viva…  guardate un po’...











Non sono incredibili questi lavori???








25 luglio 2016

Artista della sabbia










Un’esperienza unica, suggestiva e commovente in grado di coinvolgere tutti.

L'artista Ilana Yahav si presenta con un tavolo in vetro sopra il quale vi è della semplice sabbia… grazie a questa crea, con il solo ausilio delle mani, splendide immagini che raccontano meravigliose storie.



L’esperienza del contatto diretto con la sabbia l’affascinava già quando era bambina, infatti lungo le rive del Mediterraneo, disegnava velocemente prima che arrivasse l’onda, una storia, come una sorta di diario vivente nella sabbia.

Così la capacità di creare una storia commovente usando strumenti naturali e semplici divenne la forma principale della sua arte.

Ma preparatevi ad essere trasportati in una magica atmosfera…












30 maggio 2016

Bellezza mozzafiato












Bellezza mozzafiato!!!

La potenza della natura in combinazione con la musica divina di Ennio Morricone...

Se si guarda questo incredibile scenario non si può evitare di pensare a Dio...





La più bella e maestosa Messa di Gloria!!!







6 aprile 2016

Il piacere di andare sotto dettatura











Si chiamavano dattilografe.

Anzi, stenodattilografe, perché oltre a saper battere a macchina sapevano anche stenografare.

Erano gli angeli dei ministeri, degli uffici, delle copisterie, lavoratrici indispensabili per tradurre in dattiloscritti le pagine scritte a mano.


Negli uffici qualsiasi impiegato, di gruppo A o di gruppo B, aveva una apposita cestina sul suo tavolo, con la scritta: “Copia”.

Lui scriveva a mano, più o meno ordinatamente, e poi metteva i suoi foglietti nella cestina.

Loro, gli angeli del tasto, svuotavano la cestina, si portavano via i fogli, e dopo un po’ riportavano i loro compitini fatti, con i fogli dattiloscritti in doppia copia, farciti della carta carbone.


Bè, a dire il vero non andava sempre così, perché c’erano le dattilografe modello ma anche quelle pigre, e magari toccava agli impiegati portare i loro foglietti alle fanciulle e pregarle con sorrisi melliflui di provvedere alla battitura.

Le dattilografe spesso avevano un gran faldone di foglietti da copiare, e si seccavano, oppure privilegiavano gli scritti degli impiegati simpatici e lasciavano in fondo quelli degli altri.


Insomma, avevano un piccolo potere: una pratica in attesa di battitura poteva stagionare per settimane in un cassetto, e il povero impiegato rischiava di essere redarguito dal capoufficio…

Il capoufficio in questione non aveva di questi problemi: lui dettava.

C’erano delle segretarie solerti che avevano un particolare piacere nell’andare “sotto battitura”.

Appena il capo le chiamava, loro si armavano di taccuino e penna e correvano nella stanza del boss con particolare sussiego.


Poi, mentre lui camminava su e giù per la stanza dettando con aria ispirata, le segretarie scrivevano o talvolta stenografavano, con le gambe accavallate e il taccuino sulle ginocchia.

Lui si sentiva molto creativo, e in quel momento il suo lavoro gli appariva davvero importante.

Quando aveva finito, si fermava un attimo, quasi svegliandosi da un sogno, e guardava la segretaria con distacco, dicendole: “Vada”.

Lei usciva tutta agitata, timorosa di non aver capito tutto ciò che il capo aveva dettato, e si precipitava al suo tavolo, pronta a trascrivere le sue parole senza degnare di uno sguardo il faldone strapieno dei foglietti degli altri impiegati.


La macchina da scrivere era la forza delle dattilografe, ma anche la debolezza, perché segnava il loro destino di subalterne.

Gli impiegati, anche i più modesti, non si avvicinavano nemmeno a quelle macchine, simbolo di uno status considerato inferiore al proprio.

Spesso erano tentati, per velocizzare una pratica, di avvicinarsi alla macchina da scrivere e battersi da soli il loro foglietto: magari erano bravissimi a usarla, e a casa loro le dita volavano sulla Olivetti Lettera 22 che possedevano.


Ma in ufficio no, non si doveva far sapere che erano perfettamente in grado di dattiloscriversi le loro pratiche: 
noblesse oblige…








26 marzo 2016

Pasqua 2016













Trovo che l’augurio più suggestivo di Buona Pasqua sia in queste splendide parole di Tindara Cannistrà:
        
                           

Una colomba è volata
non era colorata
ma bianca luminosa
più bella di una rosa
porta la pasqua gioiosa
e nei cuori, orgogliosa
la pace vi posa







Che la gioia della Pasqua vi avvolga in un caldo abbraccio di Amore!!!



Auguriiiiii!!!







22 febbraio 2016

Artisti 4











Come tutti sappiamo le opere nascono dalla creatività, dalle proprie sensazioni ed emozioni, ma soprattutto dalla voglia di vivere.

Esistono però molti pittori (ne ho parlato in precedenti post) che dipingono con la bocca o con il piede e oltre alla loro soddisfazione personale hanno l’opportunità di realizzarsi professionalmente e vivere del proprio lavoro.
 
Ed io ho il piacere di mostrarvi alcune opere…
eccole!!!


Pieter Moleveld
(dipinto con il piede)


Bruno Carati
(dipinto con la bocca)


Brom Wikstrom
(dipinto con la bocca)


Wei-der Chang
(dipinto con il piede)


Trevor C. Wells
(dipinto con la bocca)


Shih-Feng Chen
(dipinto con la bocca)


Nancy Rae Litteral
(dipinto con la bocca)


Christobal Moreno Toledo
(dipinto con la bocca)


Jui-Chin Liao
(dipinto con il piede)


Krzysztof Kosowski
(dipinto con la bocca bocca)


Di sicuro un valore artistico notevole… no???











13 febbraio 2016

San Valentino 2016












Le parole d'amore conquistano tutti!!!


I grandi autori… con le parole… 
non sbagliano mai e i loro pensieri possono essere usati per delle bellissime dediche… 
semplici ma efficaci che spieghi l'amore che si prova nei confronti dell’anima gemella.


E mentre pensavo a cosa scrivere per una persona speciale…

Ho udito una voce, che parlava d'amore.....
parole dolci sommesse che solo il cuore poteva sentire...


sono i cieli stellati dove le parole nomadi danzano…


cantando il mio amore per te.



E con l’occasione auguro a tutti gli innamorati 
un felice 
San Valentino!!!








3 febbraio 2016

Carnevale 2016










Si torna come ogni anno a sfilare per le vie delle città…
con il grande appuntamento del Carnevale.


Lo spettacolo di vestiti, mascherate e carri da sempre palcoscenico dei rituali carnevaleschi, tornano ad animarsi di colori…
coriandoli...
stelle filanti…
danze e musiche. 


E’ una festa dai contorni magici,
dalle origini molto antiche,
avvolta nel mistero…


ma non solo…
quale occasione migliore per un party con gustosissimi dolcetti tipici che ogni parte d’Italia delizia la festa più giocosa dell’anno!!!


Ebbene allora immergiamoci nel festoso mondo del Carnevale!!!


E…
Buon Carnevale a tutti!!!








Related Posts Plugin for WordPress, Blogger...

Lettori fissi



…E sono tua....
Come quando per gioco
mi tieni nel cerchio di fuoco,
Stringendolo lentamente
fino a rendermi meravigliosamente
tua...

E sono tua....
nell’ebbrezza dei tuoi desideri
e della tua passione....
La stessa passione che dà
un significato in più
ad ogni volta che ti dico
che ti amo...
ad ogni volta che ti dico
che ti voglio...

Visualizzazioni totali

Dal 25.03.2009

Dal 18.12.2012