Informazioni personali

La mia foto
Beh... la premessa è... i ladri nn possono rubare l'amore... ma spesso l'amore rende ladri... Cercate di vivere la vita e goderne della sua felicità... e poi... se vi stuzzica la curiosità... seguitemi!!!

17 febbraio 2011

Alfabeto degli Egizi










L'alfabeto egiziano riserva delle sorprese, ed è basato molto sulla memorizzazione.

Forse nessuna forma di scrittura è esteticamente rilevante quanto quella inventata dagli Egiziani.





Disposti in lunghe file elegantissimi disegni di uomini animali e cose vengono esaltati dalla luce del sole sulle pietre dorate e sul duro granito dei monumenti del Nilo, catturando l’immaginazione.


Infatti la scrittura egiziana è “ideografica” composta da oltre 700 figure e segni... i “geroglifici”.

Ogni segno non è né una lettera né una parola, ma un suono o un concetto.


Per esprimere semplicemente dei suoni gli Egiziani avevano dei “fonogrammi”.

Si usavano le stesse figure utilizzate per rappresentare oggetti o cose, interpretandole tuttavia soltanto per il loro suono.


Ogni ideogramma può quindi significare ciò che rappresenta oppure la cosa che è rappresentata dal suono che evoca.

Qui riporto ventisei segni e sotto ogni segno è riportato il nome convenzionale dell'immagine e, la sua pronuncia, sebbene questa non corrisponda esattamente a quella italiana.


Per esempio...

la W del pulcino va letta "all'inglese" come una U

la C di avambraccio è un suono a metà fra la H aspirata e la A

la H di cortile va pronunciata aspirata

la H di filo ritorto è una H faringale

la H della cesta assomiglia al tedesco "ich"

la S di chiavistello è dolce come in "isotopo"

la S di stoffa è aspra come il "sole"

la S di lago si pronuncia come la Sc di "sci"

la Q di colle è una C dura, come in "carne"

la K di cesta è una C aspirata "alla toscana"

la T di pastoie si pronuncia con un suono a metà fra la T e la C

la D di cobra sta fra la D e la G "gente"


La scrittura Egiziana è quindi composta di segni bivalenti e non può essere decifrata senza comprendere quali segni vanno interpretati come suoni, quali per il loro palese significato e quali per il concetto o l’idea che esprimono.


E concludo con questa chicca...


vi mostro il mio nome scritto in egiziano

è semplice digitate nella tastiera il vostro nome...

e voilàààààààà!!!


Siete curiosi anche voi?

Questo è il link...




http://www.discoveringegypt.com/e-name.htm




Ciaoooooooooooooooo!!!









12 commenti:

  1. vado subito a scoprire anche il mio di nome! ciao e grazie

    RispondiElimina
  2. Passando qui da te cara Paola c è sempre molte cose da scoprire. Oggi con l'alfabeto egiziano credo che tante cose ci hanno lasciato dalla loro storia, non si finisce mai di scoprire delle novità della loro civiltà.
    Buona giornata cara amica.
    Tomaso

    RispondiElimina
  3. E'davvero interessante tutto ciò che ci hai rivelato sugli Egizi e simpatica la tastiera con i geroglifici. Ciao, Martin

    RispondiElimina
  4. Ciao ciao...
    molto istruttiva questa documentazione!!!
    Poi...a me piace tutto sugli Egizi.
    Questa,del leggerlo non mi ci metto proprio,
    è come parlare una lingua straniera.
    Ci ho pure provato!!!Ma nulla da fare...
    Tenterò di scrivere il mio nome (prendendo il link).Grazie...
    Felice giornata!!!!
    Un abbraccio da me...per Te & Co.

    RispondiElimina
  5. Sono già andata a provare il mio nome.
    Hai proprio ragione, l'alfabeto egiziano è elegante, artistico...
    Grazie, mi è piaciuto molto il tuo post :)
    Buona giornata, cara Paola!
    Lara

    RispondiElimina
  6. ciao Paola
    adoro l'egitto e questo post mi piace un sacco
    peccato però che non ci sono mai stata veramente e forse anche per questo il fascino che ha su di me è immenso

    ^_____________^

    RispondiElimina
  7. Molto intrigante ed elegante, lo trovo però molto difficile. Un caro saluto cara Paola, Roberta

    RispondiElimina
  8. Ciaoooo Paolettaaaa
    che bello questo tuo post.
    Mi sono divertita anche a mettere il mio nome ed è uscito...strano...che mica ho capito che c'entra il piede con l'avvoltoio, l'acqua, la bocca ecc.
    Comunque interessante.
    Baciotto strepitoso
    Bruna

    RispondiElimina
  9. Ciao Paoletta, intanto ti auguro un bel fine settimana radioso, come tu lo vuoi..poi il post è una meraviglia, adoro tutto quello che riguarda la civiltà egiziana, l'alfabeto è affascinante e misterioso e tu vi hai aggiunto un tocco di classe. Bacioni

    RispondiElimina
  10. Ciao tesoro...amo l'egitto...e questa è molto bella...:)
    Ti auguro un buon fine settimana di cuore.
    Un abbraccio.:)

    RispondiElimina
  11. Ciao Paola! Buon inizio d'anno e un grande salutone! Scusa se non mi sono fatta sentire, ma ho avuto un paio di problemini... comunque sono ancora viva!!! Un abbraccione^^^^

    RispondiElimina
  12. X Anna

    E' vero la cultura egizia affascina molte persone e per questo che ogni tanto mi spingo in qualche particolarità... :-)))
    Ciao cara Anna grazie buona serata... un abbraccio a te e Co

    RispondiElimina

La moderazione dei commenti è stata attivata e verranno approvati dall'autrice del blog.

Related Posts Plugin for WordPress, Blogger...

Lettori fissi



…E sono tua....
Come quando per gioco
mi tieni nel cerchio di fuoco,
Stringendolo lentamente
fino a rendermi meravigliosamente
tua...

E sono tua....
nell’ebbrezza dei tuoi desideri
e della tua passione....
La stessa passione che dà
un significato in più
ad ogni volta che ti dico
che ti amo...
ad ogni volta che ti dico
che ti voglio...

Visualizzazioni totali

Dal 25.03.2009

Dal 18.12.2012