Informazioni personali

La mia foto
Beh... la premessa è... i ladri nn possono rubare l'amore... ma spesso l'amore rende ladri... Cercate di vivere la vita e goderne della sua felicità... e poi... se vi stuzzica la curiosità... seguitemi!!!

16 settembre 2009

Cartoline









Negli ultimi anni – non solo in Italia – molte abitudini sono cambiate a causa delle “novità” della vita moderna.

Tra le consuetudini che erano comuni a tutti è tramontata, ormai, quella di mandare cartoline illustrate a parenti e amici: le cartoline sono finite in soffitta raggiungendo, nella polvere del tempo, tante altre cose dismesse.





Scrivere cartoline era una sorta di rito al quale pochi rinunciavano: chi si recava in altre città, o partiva verso luoghi di villeggiatura nostrani o esotici, una volta arrivato faceva scorta di cartoline illustrate del posto e, dopo averle scritte con frasi di circostanza, le spediva ai destinatari.


Oggi, dunque, le cartoline illustrate non vanno più di moda, sono state soppiantate dagli sms dei telefonini e dalle mail della posta elettronica; le statistiche dicono che, rispetto a dieci anni fa, il numero delle cartoline spedite è diminuito del 63%.

Fino al 1998 gli italiani imbucavano ogni anno nelle cassette postali ben 120 milioni di cartoline illustrate di tipo prevalentemente paesaggistico.


Da ciò traevano vantaggi gli autori delle vedute fotografiche, le tipografie che stampavano le cartoline e gli stessi servizi postali, dato che queste andavano ovviamente affrancate (per rendere più gradevole il compito agli utenti gli uffici postali avevano perfino messo in vendita francobolli al gusto di menta).


Era un bel momento anche per i collezionisti di cartoline illustrate che avevano di che sbizzarrirsi tra la Torre pendente di Pisa, Venezia con le sue gondole, il Vesuvio, l’Etna, l’Arena di Verona, la Mole Antonelliana di Torino, il Colosseo e le altre immagini di Roma, la piazza del Palio di Siena, il Duomo di Milano e via dicendo, non escluse le cartoline con vedute di città e paesaggi dell’estero e quelle con le altre tematiche.


Come prodotto postale la cartolina fu introdotta in Austria nel gennaio del 1865: non era illustrata e consisteva in un cartoncino avorio di piccole dimensioni, con gli spazi per l’indicazione del mittente e del destinatario e qualche rigo di testo.

In Italia la prima cartolina illustrata risale al gennaio del 1874.

Il francobollo costava 10 centesimi, mentre l’affrancatura di una lettera era di 25 centesimi e questo era un altro punto a favore delle cartoline.


Le cartoline illustrate, oltre che rappresentare un sistema economico per comunicare e un comodo mezzo per mandare “saluti e baci” ad amici e parenti, suscitavano sensazioni emotive: per questo, in fondo a un cassetto, molte persone hanno conservato quei cartoncini colorati che, anche a distanza di anni,


continuano a sprigionare ricordi di affetti e di momenti felici.








23 commenti:

  1. Ciao Paoletta,

    bello lo sfondo musicale ,Pino Daniele .
    Le cartoline..ehm..devo vergognarmi se ti confesso che io e tante altre persone che conosco non abbiamo mai smesso di coltivare questa usanza? A me piace proprio il fatto di ricevere la cartolina, è quasi un pò come ricevere un pacco, anche se ci sono solo scritte poche parole,poco importa,quello che conta è la cartolina in sé e il fatto che qualcuno abbia voluto condividere con meun momento piacevole ..Tenendo in mano la cartolina , me la guardo e riguardo,è come un post it,mi fa ricordare ancora di più chi l'ha scritta, ammiro il posto,il paesaggio e immagino la persona amica lì, e così via.È un gesto d'affetto che ne fa scaturire altri.
    Non sapevo che esistessero i francobolli al gusto di menta ,come non sapevo che scrivere cartoline fosse passato di moda...peccato però,eh?!

    Bel post,grazie Paola.

    Ti abbraccio con un sorriso, buona giornata.

    RispondiElimina
  2. Cara Paola,
    ...che giornata tedia...
    ma...sù sù,domani sarà bello.
    Sei nel mio campo...come sai colleziono di tutto,anche le cartoline postali di vecchia data.
    Prediligo quelle bianche e nere
    degli anni trenta,quaranta fino
    agli anni sessanta,viaggiate...
    Il francobollo alla menta l'avevo sentito ma non ci credevo,fino a Tua conferma.
    Che scrivevano sotto al francobollo,paroline d'Amore,
    o appuntamenti galanti,Si'
    quelli degli anni trenta,poi è finito il romanticismo...
    Hai creato un post davvero inusuale,piacerà a molti...
    Ti bacio e Ti abbraccio forte,
    e CO da Anna.

    RispondiElimina
  3. hai ragione cara Paola..ormai non si usano più molto ed io stessa confesso di non sapere nemmeno più quanto cosat un francobollo!ma nella mia scatola dei ricordi ne ho alcune che conservo gelosamente..
    "ti spedisco"un grande abbraccio..
    Giulia

    RispondiElimina
  4. io le ho conservate tutte , sembra di aver viaggiato con loro ..
    ciao Paolè in questo stato di coma ti ho commentato lo sai che so sclerata no ciaoooo

    RispondiElimina
  5. è vero. ormai non mandan opiù cartoline, ma magari ti mandano una foto con il telefonino.... però con le cartoline rimaneva il ricordo, il pensiero scritto.... le foto, quando cambi il cellulare, le perdi...
    io le adoravo...
    ora nella cassetta della posta trovi solo bollette o depliant pubblicitari che ti invogliano a consumare da loro lo stipendio... il più in fretta possibile..

    RispondiElimina
  6. sì, per il resto, è tutto quasi come di consueto anche se ho una zia che sta molto male...

    RispondiElimina
  7. Io non me ne vado da un posto finchè non ho spedito le cartoline!
    E devono anche piacermi, se non le trovo come dico io entro in tutti i negozi per trovarle.
    E' un abitudine, mi piace raccontare qualcosa del posto o che mi è successa quindi non si tratta mai dei soliti saluti.
    Io le scrivo pero' in effetti me ne tornano sempre meno!
    Ciaoo!

    RispondiElimina
  8. Bellissimo questo piccolo salto nel tempo che ahimè... sembra tremendamente lontano! Ricordo le tante cartoline a casa dei miei che emigrati in Germania ne ricevevano tante dai parenti rimasti qui in Italia. Bei ricordi! Grazie Paoletta

    RispondiElimina
  9. Anche io adoro le cartoline, ne spedisco a pacchi, a tutti gli amici e parenti, costringendoli a ricambiare!

    RispondiElimina
  10. Ah, che belle le cartoline! Una volta avevo un pannello contro il muro dove attaccavo tutte quelle che ricevevo o compravo, si perchè io AMO prendere cartoline nei posti dove vado. E' un ricordo piacevole, un pezzo di vita vissuta. Ma ahimè al giorno d'oggi quasi più nessuno manda cartoline.
    E' veramente un pezzo di storia che si sta perdendo.
    Ciao Carissima Paola! Come stai? Qui piove da lunedi pomeriggio, e li come siete messi? Siamo relativamente vicine, da me a GE ci son due ore di treno! Baci!

    RispondiElimina
  11. alcuni dei più bei ricordi sono legati a delle semplici cartoline. Perfino il francobollo con il suo timbro postale può farti tornare in mente un periodo passato, un saluto di un vecchio amico, un posto lontano e magico...
    Bacione^^^

    RispondiElimina
  12. Ma pensa, non la sapevo proprio la cosa dei francobolli alla menta! Un bel viaggio nel passato... sì, perchè ormai è passato, anche se non sembrano trascorsi molti anni da quando mandavamo le cartoline!

    RispondiElimina
  13. CIAO paola,
    pensa, io le cartoline le spedisco ancora come un tempo. E' un'abitudine che non voglio perdere, mi piace e non voglio rinunciarci, anche se ogni volta che vado da qualche parte è un piccolo salasso mandare un saluto colorato agli amici rimasti a casa!

    RispondiElimina
  14. ciao paola, otimo post veramente! complimenti baci baci cris

    RispondiElimina
  15. Era una bel passatempo, scrivere cartoline e spedirle ad amici e conoscenti.
    Peccato, col tempo tutte le cose passano.
    Ciao

    RispondiElimina
  16. X Anna

    Eccerto!!!
    Lo so che collezioni cartoline... e sicuramente avrai cartoline viaggiate con tanti ricordi di persone dell'epoca...
    Grazie Anna sicuramente tu hai gradito e questo non fa altro che farmi piacere... grazie di essere passata
    Buona notte un abbraccio e bacione a te e Co

    RispondiElimina
  17. sì, cara Paola, fra TDF, la zia malata, il lavoro e la pioggia, non è un gran bel periodo ...
    Testa Fresca se scompare è perché, come al solito, ha un'altra per le mani...il furbone!!!
    ^______________^ buon giovedì

    RispondiElimina
  18. Ciao Paola...bellissimo post...un pò indietro con i ricordi...anch'io ho tutte le mie cartonine tutte conservate in un bauletto...vero,non si scrivono più cartoline come una volta...ora ci sobo i telefonini,sms e via!Cambia tutto...cambiamo noi...un forte abbraccio.

    RispondiElimina
  19. Io qualche cartolina ancora la ricevo ma ammetto che io invece non ne mando più anche perché spesso rischio di tornare a casa prima che la cartolina stessa sia arrivata :-)))

    RispondiElimina
  20. Uh, le cartolineeee! Ma sai che sono una di quelle che continua la tradizione? ^_^ E le ricevo pure... che bello leggerle... e scriverle. Magari scrivo dei papiri, ma sarà che scrivere a mano mi piace ancora tanto!
    ciao, un baciotto

    RispondiElimina
  21. Buona sera carissima Paola, passo per un saluto veloce!
    Come va? Spero che la serata sia lieta e tranquilla.
    Bacioni :-)

    RispondiElimina
  22. Ciao Paola complimenti per la grafica del tuo Blog è molto bello :-)
    Adoro spedire le cartoline quando sono in vacanza lo considero un gesto di amicizia e affetto.
    Baci

    RispondiElimina
  23. Non mando più cartoline e un po' mi spiace.
    Ne ho tante conservate che mi ricordano i bei tempi andati.

    RispondiElimina

La moderazione dei commenti è stata attivata e verranno approvati dall'autrice del blog.

Related Posts Plugin for WordPress, Blogger...

Lettori fissi



…E sono tua....
Come quando per gioco
mi tieni nel cerchio di fuoco,
Stringendolo lentamente
fino a rendermi meravigliosamente
tua...

E sono tua....
nell’ebbrezza dei tuoi desideri
e della tua passione....
La stessa passione che dà
un significato in più
ad ogni volta che ti dico
che ti amo...
ad ogni volta che ti dico
che ti voglio...

Visualizzazioni totali

Dal 25.03.2009

Dal 18.12.2012