Informazioni personali

La mia foto
Beh... la premessa è... i ladri nn possono rubare l'amore... ma spesso l'amore rende ladri... Cercate di vivere la vita e goderne della sua felicità... e poi... se vi stuzzica la curiosità... seguitemi!!!

31 dicembre 2008

Birmania 3









Oggi continuo la terza e ultima parte del viaggio nel mondo il

"Myanmar ex Birmania".




Finita la descrizione troverete il video con le foto scattate supportate da una canzone birmana

(Pyan Khae. Par - Lay Phyu).


Lago Inle

Una ventina di chilometri di lunghezza e una decina nel suo punto più largo, è uno specchio d’acqua poco profondo, dai fondali pescosi.

I villaggi lungo le sue sponde sono popolati dagli Intha, un’etnia provenienti da Dawei.

Anche se esiste un gran numero di imbarcazioni a motore gli Intha prediligono le canoe a remi anzi a un remo, che spingono in piedi, usando un braccio e una gamba.

Oltre che per i pescatori, il lago è famoso per gli orti galleggianti, fertili ammassi di terreno paludoso e giacinti d’acqua, alcuni lunghi e grossi pali di bambù provvedono ad ancorare queste isole, su cui gli Intha coltivano frutta e ortaggi.

Ywama è celebre per il suo mercato galleggiante e i prodotti vengono scambiati tra canoa e canoa.

Nga Phe Kyaung, nota per il Monastero dei gatti che saltano (abili felini che i monaci fanno saltare attraverso un piccolo cerchio rigido).

Il Monastero è una spledida costruzione interamente in teak che poggia su 654 palafitte.

Nampam è un villaggio dove si tiene un interessante mercato.

Un’incredibile distesa di imbarcazioni dove occorre, per accedervi, saltare da una barca all’altra.

Phaung Daw U Kyaung è il luogo religioso più sacro del lago.

(una sorpresina incubo.... io)



Pindaya


Ubicata su di una collina calcarea, famosa per le grotte.

La strada è molto lunga ed arriva alla base della collina.

Da qui una rampa di ben 555 gradini porta alle grotte
(ovvio senza scarpe).

Nella cavità che avanza all’interno della montagna è abitato da ben 8094 statue di Buddha di ogni dimensione e materiale (cemento, alabastro, teak, lacca, mattoni).

Nella grotta ci sono alcuni anfratti, accessibili attraverso oblò naturali camminando a carponi.

Tra le curiosità un gruppo di stalattiti che percosse con un bastone emettono un suono simile a quello di un gong e alcuni Buddha di lacca che “sudano” per effetto della condensa.

La credenza vuole che strofinarsi queste gocce sul viso porti salute e bellezza.


Kalaw
Immersa tra i pini è sempre stata considerata località di villeggiatura fin dall’epoca coloniale.

(secondo incubo....due pazze)



Keng Tung

La strada, che corre troppo vicino al confine cinese, è considerata poco sicura a causa del contrabbando e dei traffici di droga che vi si svolgono e per le operazioni antiguerriglia condotte contro i gruppi ribelli Shan contrari agli accordi di pace seguiti alla resa di Khun Sa.

All’aeroporto di Heho, si sbarca tra i militari che, mitra imbracciato e schiena alla pista, scrutano i movimenti della boscaglia.

La città è costruita in una conca circondata da colline boscose.

Interessante da vedere il mercato centrale ed il mercato dei bufali d’acqua, che richiama gente da tutti i villaggi intorno.

Da qui parte la nostra visita nei vari villaggi i popoli del triangolo d’oro.

Si tratta di popolazioni con usanze e costumi tradizionali affascinanti: tra questi gli Akha, i Lahu, i Palaung e gli Enn (detti “dai denti neri” per l’abitudine di masticare il betel).

Inutile dire che per raggiungere il villaggio isolato degli Ann (a piedi circa 1 ora e mezza) è molto accidentato.


Buona visione e ascolto


video

Ciao appuntamento al prossimo viaggio












8 commenti:

  1. ciao a tutti.......ciao amore mio grazie,ho praticamente viaggiato insieme a te vivendo il tuo splendido video.....smackkkkkkk

    RispondiElimina
  2. Buongiorno Paola, il tuo video è bellissimo e toccante. Ti auguro un sereno 2009 e un felice 31 dicembre 2008. AUGURIIIIIIIIIIIIIII

    RispondiElimina
  3. Buon Anno!!!! E... finallmente ti si vede :-)))!!!

    Bel video, intenso e toccante.

    Buon Anno Paola.
    Daniele

    RispondiElimina
  4. ciao cara..grazie per l'opportunità che dai a me e a chi come me nn ha mai viaggiato così lontano, di condividere queste emozioni....
    sembrano immagini di un'altro mondo...si vedono semplicità e innocenza....difficile immaginare, come dici, i mitra spianati contro l'odio e la violenza......
    speriamo che l'anno nuovo porti a tutti, specialmente a chi ne ha più bisogno, un po' di serenità e amore.

    auguroni a te e a tutti i tuoi affezionati lettori
    BUON ANNO NUOVO...besitos

    RispondiElimina
  5. è sempre bello condividere...
    intenso questo post..

    tanti tanti auguri per un 2009 da ricordare!

    a presto!

    RispondiElimina
  6. Paola,

    this is very cool....

    keep it up....

    kisses

    RispondiElimina
  7. Buon reportage, buona musica,, buon prodotto, complimenti Paola
    complimenti davvero.
    Maurizio

    RispondiElimina
  8. Buon Anno Nuovo 2009
    Complimenti per il bellissimo video è piaciuto moltissimo

    vito

    RispondiElimina

La moderazione dei commenti è stata attivata e verranno approvati dall'autrice del blog.

Related Posts Plugin for WordPress, Blogger...

Lettori fissi



…E sono tua....
Come quando per gioco
mi tieni nel cerchio di fuoco,
Stringendolo lentamente
fino a rendermi meravigliosamente
tua...

E sono tua....
nell’ebbrezza dei tuoi desideri
e della tua passione....
La stessa passione che dà
un significato in più
ad ogni volta che ti dico
che ti amo...
ad ogni volta che ti dico
che ti voglio...

Visualizzazioni totali

Dal 25.03.2009

Dal 18.12.2012