Informazioni personali

La mia foto
Beh... la premessa è... i ladri nn possono rubare l'amore... ma spesso l'amore rende ladri... Cercate di vivere la vita e goderne della sua felicità... e poi... se vi stuzzica la curiosità... seguitemi!!!

28 febbraio 2010

Morte










A volte...

penso alla morte...

un punto di non ritorno...





come fredde melodie...

morte di suoni...

note stonate...

mare di ghiaccio...


cuore ucciso...

eclisse di un attimo...

nel freddo di una vita...


La morte incute timore...

fa paura il pensiero

di come potremmo morire

e di cosa troveremo di là...


Magari un freddo

contrasto di fotografia...

bianco e nero della vita...

unito al grigio di una nube...


Non sono sicura...

che il mio animo vivrà in eterno...

cosa resterà?


Forse solo qualche ricordo...

sbiadito...

nella mente di un amico?






23 febbraio 2010

Protagonisti









Pensieri...

veloci

come saette

attraversano

spazi di luce...





Chiudo gli occhi

e sono con te

ovunque risiedi...


la mia anima arida

ha sete...

soltanto le tue labbra

la placano


Il tuo corpo trema e pulsa...

mi inebria il cuore di calore

sino a penetrarlo...

e si eleva soltanto vivendoti


Ombre sul muro

parlano di te...

e siamo protagonisti

dello stesso dipinto...


dove nascono

delicati fiori

di campo

che si materializzano...


bagnati dalle lacrime

dello stesso piacere...

tu e io

da sempre...

da oltre...


respira la mia aria...

anima mia!!!








18 febbraio 2010

Tintinnii e suoni










Gocce di cielo...

in una pioggia di cristalli...

si posano nella mia mano





Ogni goccia oscilla...

legata al suo filo

che diventano radici di fiori


Forme...

che alla prima folata di vento...

sprigionano tintinnii

e suoni improvvisi


Diventano fruscio nel bagnato

e nel suono la scia...


Diventano specchi...

posati sull’asfalto


in un terreno

candido e luminoso...

come fossero dei diamanti


L’aria è limpida e pura...

guardo in basso

e poso le mie gocce...


il respiro dell’anima viaggia...

sospesa nell'aria






16 febbraio 2010

Carnevale 2010














Tutto pronto per immergermi

in questa splendida notte di carnevale...


Si ode musica in lontananza...


via via sempre più intensa...

la folla si apre

e si accalca ai bordi della strada...


Il rombo di un carro avanza...

trainando

il vero protagonista della festa...

si proprio lui...

il carro allegorico!!!


Un tripudio di luci...

colori...

ritmo e divertimento...

diamo inizio alla vera magia

del Carnevale!!!





Filastrocca



Che fracasso!

Che sconquasso!

Che schiamazzo... mondo pazzo!


E’ arrivato Carnevale buffo e pazzo...

con le belle mascherine...

che con fischi... frizzi e lazzi...

con schiamazzi... con sollazzi...

con svolazzi di sottane

e di vecchie palandrane...

fan tutti divertir.


Viva... viva Carnevale...

Che fischiando... saltellando... tintinnando...

viene avanti e non fa male...


Con i sacchi pieni zeppi di coriandoli e confetti...

di burlette e di sberleffi...

di dispetti... di vestiti a fogge strane...

di lucenti durlindane...

di suonate... di ballate...

di graziose cavatine...

di trovate birichine!



BUON MARTEDI' GRASSO A TUTTI













14 febbraio 2010

San Valentino 2010












Ti ho cercato...

tra molti volti

che indifferentemente

correvano verso la vita...


Tutto è nato da un'illusione...

un sogno...

si nutre di speranze...

e impegno...

è costellata d'amore...


Si...

hai capito...

è la nostra storia...

il nostro sogno...


Ora...

vorrei fermare il tempo...

e vivere momenti magici

da sembrare irreali!!!


Ma questo giorno non siamo insieme...

lavorerai come sempre...

e non avrai tempo

per pensare a Cupido...


Allora ho racchiuso in una sfera

tanta dolcezza da donarti...

insieme ad un abbraccio nel pensiero...

ad un bacio in un sogno...


E i nostri cuori saranno vicini...

perchè sono legati

da quel filo sottile

che si chiama AMORE...


Ehiiiiiiiii...

amore mio...

Buon San Valentino...

Pssssssssssss!!!

te lo sussurro

per non farlo svanire...









BUON SAN VALENTINO

A TUTTI GLI INNAMORATI









11 febbraio 2010

Gravity of love








Aspettando San Valentino...










Gravity of love

(Enigma)




Turn around and smell what you don't see
Close your eyes ... it is so clear
Here's the mirror, behind there is a screen
On both ways you can get in

Don't think twice before you listen to your heart
Follow the trace for a new start

What you need and everything you'll feel
Is just a question of the deal
In the eye of storm you'll see a lonely dove
The experience of survival is the key
To the gravity of love


--------Whispers---------
Woman :

The path of excess leads to
The tower of Wisdom

Man :

The path of excess leads to
The tower of Wisdom
---------Whispers----------

Try to think about it ...
That's the chance to live your life and discover
What it is, what's the gravity of love


Look around just people, can you hear their voice
Find the one who'll guide you to the limits of your choice

But if you're in the eye of storm
Just think of the lonely dove
The experience of survival is the key
To the gravity of love.





°°°°°




Comunicazione per i lettori



Nello “Scrigno dei Tesori”

trovate l’award "Happy 101"

se vi aggrada potete ritirarlo







 
 
 

6 febbraio 2010

Il pesce lucente










C'era un buon vecchio,che aveva perso i figli e non sapeva come campare, lui e sua moglie, anch'essa vecchia e malandata.

Andava tutti i giorni a far legna nel bosco e vendeva la fascina per comprare il pane, se no non mangiava.





Un giorno mentre andava nel bosco lamentandosi, incontrò un signore dalla lunga barba, e gli disse:

"So tutte le tue pene, e voglio aiutarti.

Ecco una borsa con cento ducati".

Il vecchio prese la borsa e svenne.

Quando si riebbe, quel signore era scomparso.


Il vecchio torno' a casa e nascose i cento ducati sotto un mucchio di letame, senza dir niente alla, moglie.

"Se li do a lei, finiscono presto..." e continuò ad andare nel bosco l'indomani come prima, la sera dopo, trovò la tavola ben imbandita.

"Come hai fatto a comperare tutta questa roba" chiese, già in allarme.

"Ho venduto il letame" disse la moglie.

"C'erano cento ducati nascosti!".


L'indomani, il vecchio andava per il bosco sospirando più di prima.

E incontrò di nuovo quel signore dalla lunga barba.

"So della tua sfortuna" disse il signore.

"Pazienza: ecco qui altri cento ducati".

Stavolta il vecchio li nascose sotto un mucchio di cenere.

La moglie il giorno dopo vendette la cenere e bandì tavola.

Il vecchio quando tornò e seppe, non mangiò neanche un boccone: andò a letto strappandosi i capelli.


Al bosco, l'indomani, stava piangendo, quando tornò quel signore.

"Stavolta non ti darò più denaro.

Tieni queste ventiquattro rane, vendile, e col ricavato comprati un pesce, il più grosso che riuscirai ad avere".

Il vecchio vendette le ranocchie e comprò un pesce.


La notte si accorse che luccicava: mandava una gran luce che si spandeva tutto intorno.

A tenerlo in mano, era come tenere una lanterna.

La sera lo appese fuori dalla finestra perchè stesse al fresco.
Cernia


Era una notte buia, di burrasca.

I pescatori che erano al largo non trovavano la via del ritorno tra le onde.

Videro la luce a quella finestra, tremarono dirigendosi verso la luce, e si salvarono.

Diedero al vecchio metà della loro pesca e fecero con lui il patto che se avesse appeso quel pesce alla finestra ogni notte, avrebbero sempre diviso con lui la pesca della notte.



E così fecero, e quel buon vecchio non conobbe più miseria.





(dal web)



Related Posts Plugin for WordPress, Blogger...

Lettori fissi



…E sono tua....
Come quando per gioco
mi tieni nel cerchio di fuoco,
Stringendolo lentamente
fino a rendermi meravigliosamente
tua...

E sono tua....
nell’ebbrezza dei tuoi desideri
e della tua passione....
La stessa passione che dà
un significato in più
ad ogni volta che ti dico
che ti amo...
ad ogni volta che ti dico
che ti voglio...

Visualizzazioni totali

Dal 25.03.2009

Dal 18.12.2012