Informazioni personali

La mia foto
Beh... la premessa è... i ladri nn possono rubare l'amore... ma spesso l'amore rende ladri... Cercate di vivere la vita e goderne della sua felicità... e poi... se vi stuzzica la curiosità... seguitemi!!!

30 novembre 2009

Mr. Bean








L'attore britannico Rowan Atkinson, nato in Newcastle-Upon-Tyne, il 6 gennaio del 1955 laureato in ingegneria elettronica interpreta il personaggio comico Mr. Bean.




Un personaggio molto "faticoso" da interpretare.

La sua gestualità, le sue movenze, il suo ritmo, richiedono molta energia per farlo esprimere al meglio.

La sua carriera, è costellata da molti successi, il suo umorismo, insieme all'infantilità del personaggio, è una miscela esplosiva di comicità.

Le caratteristiche principali del personaggio sono: un completo marrone, un'utilitaria (una Mini Morris verde acido), ed un orsacchiotto di peluche (Teddy)come amico.


A volte frequenta, con esiti spesso disastrosi, una ragazza di nome Irma Gobb e due amici, Rubert e Hupert.

Nel 1990, diventa protagonista di una serie televisiva che dura cinque anni, e che viene venduta in 245 paesi.

La sua comicità è soprattutto fisica infatti per la maggior parte resta in totale silenzio, e la sua mimica ha rotto qualsiasi barriera linguistica, e la prova è la grande popolarità che ha.

Nelle sue disastrose avventure metropolitane in modo originale risolve i problemi, in un totale stato d'indifferenza verso gli altri.


Spesso questo bambino prigioniero in un corpo di adulto, è anche cattivo: lo vediamo divertirsi nel fare dei torti verso anziani, bambini e disabili e la cosa più divertente è vederlo seduto sulla sedia, in una sala d'attesa, ammazzare il tempo nei modi più bizzarri.


Beh...

non so voi...

ma queste chicche...

me le riguardo con piacere... hehehehehehe


In chiesa






In bagno






In Spiaggia






Al cinema







Le avete viste le mie avventure???

Perché sennò...

mi arrabbio...

e mi gira... capito????

...hehehehehehe











27 novembre 2009

Alba









E’ giunta l’alba e

nuovi colori sbadigliano

al nuovo giorno...







Tutto prende forma...

un dialogo lungo...

muto...

solo gli occhi parlano...

e sguardi dolci...

incatenano il mio silenzio...





Un silenzio

fatto di solo sensi...

e nuove emozioni...

parole del cuore sussurrate

nelle lenzuola dell'anima....






accompagnate in una danza...

da una sola musica...

calda...

con ritmi diversi...

adagi...

forti...

che ti avvolgono...







Suprema poesia...

linguaggio unico

inimitabile...

evocato dal corpo...


La mano trema...

la mente vaga...

cuori impazziti...



Photo Effects


dentro me...

l’inchiostro del tuo amore















25 novembre 2009

Incontro

















Prima di socchiudere gli occhi...

per qualche breve istante...

il mio più forte desiderio...

si fa strada...

il bagliore delle stelle...

che mi sembrano così distanti...

pensandoti...

in un solo attimo...

riesco a raggiungerle...


Incontriamoci...

nei nostri sogni stanotte...

lì...

dove ti ho visto sorridere

per la prima volta...

chiudo gli occhi...

io ci sarò...

con te...


Notte amore mio





23 novembre 2009

Nomi










Come si chiamerà il bambino?

Nella prima parte del ‘900 non c’era da affaticarsi sulla scelta del nome, almeno per il primogenito: maschio, nome del nonno paterno, femmina, della nonna.

Per i figli che venivano dopo c’erano i nomi dei genitori materni, e successivamente quelli di zie defunte di parto, di cugini dispersi in guerra o di fratellini scomparsi prematuramente.






Da queste ferree leggi derivava il destino del pargolo: se il nonno si chiamava Asdrubale o Venerando, niente da fare, quel nome il nipotino se lo beccava così com’era, con l’unica consolazione di un soprannome un po’ più leggiadro.

Per le femmine, la sorte poteva essere malvagia, se la nonnina si chiamava Genoveffa o Crocifissa, ma anche in quel caso spuntavano nomignoli e vezzeggiativi.



A parte i casi disperati di nomi difficili come quelli citati, la maggior parte dei bimbi finiva per chiamarsi con i classici nomi italiani: Mario o Maria, Giuseppe o Anna, Vincenzo, Salvatore, Enrico o Claudia, Emilia e Elisabetta.

E così via, fino alla metà del secolo.

Nel secondo dopoguerra, con la voglia di cambiare e con un immaginario cinematografico sempre più prepotente, le Marie e i Giuseppe della generazione precedente cominciarono a sparire per far posto ad una serie un po’ leziosa di “Fiorelle”, “Mirelle”, o magari “Rosselle”, in onore della protagonista di Via col vento.



In quanto ai maschi, cominciarono ad affacciarsi “Maurizi”, i “Franceschi” e i primi “Pierpaoli”.

Nell’aristocrazia questi cambiamenti non erano avvertiti: i nobili o ex nobili continuavano tranquillamente a battezzare i loro pargoli con nomi altisonanti come Ulderico, Pierfrancesco, Selvaggia e Mimosa, mentre resistevano, soprattutto nel proletariato, i nomi legati alla tradizione locale, come Oreste a Roma, Ambrogio a Milano e Gennaro a Napoli.



Ma i decenni avanzavano, e all’immaginario cinematografico si aggiungeva nelle case degli italiani, ancora più prepotente ed invasivo, l’immaginario televisivo, con le prime telenovele, antenate delle soap opera e delle fiction che avrebbero fatto sognare le nuove generazioni.

E allora via con i stuoli di “Samanthe” e Deboreh”, tutte doverosamente provviste di acca, per non parlare delle “Jessiche” e delle “Vanesse”, affiancate da nomi maschili come “Davide”, “Massimiliano”, “Mirko” e “Piergiorgio”.






Il nome del figlio diventava una proiezione delle ambizioni dei genitori, e i confini cominciavano ad allargarsi a nomi esotici come Desirée o Alan, mentre anche i figli di attori potevano fornire spunti, con nomi bizzarri come Luna e Maria Sole...






16 novembre 2009

Segni zodiacali










Le caratteristiche dei segni zodiacali rivela tratti del proprio modo di essere, del carattere e temperamento.

Individuare e capire queste caratteristiche può essere utile per gestire al meglio quello che ci accade e per correggere qualche difetto.

Tutti i segni sono collegati ad un pianeta, una pietra, un elemento, un profumo, un colore ed una parte del copro umano.

Ve li propongo in modo insolito così:



Aries



(21 Marzo – 20 Aprile)


Elemento: Fuoco
Pianeta che lo governa: Marte
Colore: Rosso
Pietra: Diamante (Corniola - Agata Rossa - Granato)
Fiore: Margherita
Metallo: Ferro

Anatomia: Governa la testa e gli organi che vi si trovano: cervello, cuoio capelluto, orecchie, mascella e labbro superiore.
Predispone alle malattie ad essi collegate: mal di testa, mal di denti, problemi oculari e auricolari, ipertensione,insonnia.

Profumo: Lavanda, menta, bergamotto, limone, gelsomino, geranio, rosmarino, cannella, verbena, ylang-ylang, timo.

Qualità: impulsività, aggressività, entusiasmo, attitudine al comando, prepotenza.

I nati sotto il segno dell'ariete sono impulsivi, adorano le forti emozioni ed amano sedurre.

Sono dei bravissimi amatori e spesso possono avere più avventure contemporaneamente.

Sono sempre alla ricerca dell'estremo e del rischio.




Taurus

(21 Aprile – 21 Maggio)


Elemento: Terra
Pianeta che lo governa: Venere
Colore: Verde e Blu
Pietra: Smeraldo (Giada Rosa e Verde - Alabastro - Corallo)
Fiore: Rosa
Metallo: Rame

Anatomia: Governa il collo, la nuca, il cervelletto, la gola, la laringe, le tonsille, la mascella e il labbro inferiore, la lingua.
Predispone alle malattie ad esso collegate: tonsilliti, laringiti, adenopatie, cervicali e torcicollo.

Profumo: Lillà, ylang-ylang, biancospino, giglio, iris fiorentina, magnolia.

Qualità: Volontà, fisicità, sensualità, possessività, forza fisica, ostinazione, ottimismo, fiducia nelle proprie risorse, amore per la natura.

I nati sotto il segno del toro sono persone sensuali e molto aitanti: amano sedurre e possedere il partner.

Nella loro vita il sesso ha un ruolo predominante e sono molto attenti nel soddisfare ogni desiderio del loro partner.

Sono persone affascinanti, intelligenti e sanno far divertire le persone che hanno accanto.




Gemini

(22 Maggio – 21 Giugno)


Elemento: Aria
Pianeta che lo governa: Mercurio
Colore: Giallo
Pietra: Agata (Berillo – Diaspro - Malachite - Occhio di Gatto)
Fiore: Fiori di campo
Metallo: Mercurio

Anatomia: Governa l'apparato respiratorio: bronchi e polmoni, parte dei seni nasali, la trachea, la parte superiore del torace e dell'esofago, i capillari.
Predispone perciò a queste malattie: patologia dell'apparato respiratorio, astenia psiconervosa.

Profumo: pino silvestre, giacinto, mirra, ambra, iris fiorentina, magnolia, sandalo, verbena.

Qualità: versatilità, capacità di comunicazione, superficialità, volubilità, erudizione, prontezza.

I gemelli sono affabili, intelligenti, simpatici, magnetici ma pagano questi loro pregi con l'essere capricciosi e volubili.

Possiedono una mente molto attiva e poliedrica: a loro piace parlare, comunicare ed esprimere le loro idee e la loro visione del mondo.

In genere hanno diverse avventure amorose che hanno in comune l'attrazione più mentale che fisica verso i loro partner.

Questa loro caratteristica può farli sembrare libertini e volubili ma in realtà sono alla perenne ricerca di persone dalla mentalità originale e diversa dalla loro.




Cancer



(22 Giugno - 22 Luglio)


Elemento: Acqua
Pianeta che lo governa: Luna
Colore: Bianco
Pietra: Perla (Giada - Avventurina - Selenite - Calcedonio)
Fiore: Ninfea
Metallo: Argento

Anatomia: Governa parte dei seni e l'apparato digestivo con tutte le malattie che vi si ricollegano.

Profumo: Glicine, neroli, ciclamino, felce, giunchiglia, narciso.

Qualità: Sensibilità, emotività, attaccamento alla famiglia, simpatia, leggera evasione dal reale.

I nati sotto il segno del cancro possiedono una personalità enigmatica, romantica e riservata.

Queste loro caratteristiche non ne limitano però l'allegria e la capacità di avere molte amicizie.

Sono dei grandi romantici ed hanno perenne bisogno di carezze e sguardi da parte del proprio partner.




Leo

(23 Luglio - 23 Agosto)


Elemento: Fuoco
Pianeta che lo governa: Sole
Colore: Arancione
Pietra: Rubino (Crisolito – Occhio di Tigre - Ambra)
Fiore: Girasole
Metallo: Oro

Anatomia: Governa il cuore e la circolazione venosa, il dorso e il midollo spinale. Predispone alle seguenti malattie: problemi di ipertensione, malattie cardiache, infiammazioni alla schiena o al midollo spinale.

Profumo: Basilico, patchouli, mughetto, garofano, mimosa, angelica, lavanda.

Qualità: Generosità, tendenza al dominio, vanità, orgoglio, amor proprio.

Espansivo, simpatico, energico, dinamico, coraggioso, possessivo, temerario, orgoglioso: queste sono le caratteristiche peculiari del segno del leone.

I nati sotto il segno del leone amano sedurre e prendono senza mezzi termini l'oggetto del loro desiderio.

Il loro amore è passionale ed assolutista: non tollerano insubordinazioni e la disonestà.




Virgo

(24 Agosto - 23 Sett.)


Elemento: Terra
Pianeta che lo governa: Mercurio
Colore: Marrone
Pietra: Zaffiro (Diaspro - Tormaline - Berillio - Giada)
Fiore: Giglio
Metallo: Argento

Anatomia: Governa l'intestino e la regione addominale, lo stomaco, la parte inferiore dei polmoni e parte dei seni.
Predispone alle seguenti malattie: patologia allo stomaco, nevrosi e depressioni.

Profumo: Fiori d’arancio, eliotropo, camelia, gardenia, rosa, gelsomino, verbena.

Qualità: Efficienza, metodo, ingegnosità pratica, disponibilità, perfezionismo, introspezione.


I nati sotto il segno della vergine sono affascinanti, riservati, riflessivi, diplomatici, eleganti.

Possono apparire freddi e riservati ma questa è solo una corazza che permette loro di analizzare ed osservare ciò che li circonda prima di coinvolgersi in ogni esperienza.

Hanno bisogno di avere delle relazioni solide e prima di entrare in sintonia con il loro partner hanno bisogno di tempo.

Adorano l'intimità della loro casa e l'ordine: nelle loro cosa sono molto metodici.




Libra

(24 Sett. - 23 Ott.)


Elemento: Aria
Pianeta che lo governa: Venere
Colore: Colori tenui
Pietra: Opale (Corallo Rosa - Zircone - Brillante - Diamante)
Fiore: Verbena
Metallo: Rame

Anatomia: Governa i reni e l'apparato urinario, gli organi genitali interni soprattutto femminili, in parte la prostata, le ghiandole surrenali le vertebre lombari.
Le malattie a cui predispone sono: calcoli renali, cistite, affezioni veneree, diabete, lombaggini.

Profumo: Lavanda, geranio, rosa, salvia sclarea,, verbena, agrumi.

Qualità: Socievolezza, tolleranza, equilibrio, gusto artistico, affettività, senso della giustizia, diplomazia.

I nati sotto il segno della bilancia possiedono molto carisma e charme: non per niente la bilancia è il segno seduttore dello zodiaco.

Sanno adottare strategie vincenti quindi nella vita spesso hanno lavori che comportano grandi responsabilità.

Amano l'eleganza, la ricchezza ed il successo.




Scorpio

(24 Ott. - 22 Nov.)


Elemento: Acqua
Pianeta che lo governa: Plutone
Colore: Rosso e Nero
Pietra: Topazio (Ematite - Corallo Scuro - Malachite)
Fiore: Garofano
Metallo: Ferro

Anatomia: Governa gli organi genitali interni ed esterni, la parte bassa dell'apparato digestivo con tutte le patologie a loro collegate.

Profumo: Melissa, rosa, verbena, erica, ambretta, iris fiorentina, patchouli.

Qualità: Passionalità, fascino, tendenza ad estremizzare, gusto per il rischio, istintualità.

I nati sotto il segno dello scorpione sono seri, magnetici e molto profondi ma sotto questo aspetto tranquillo nascondono spesso un grande ardore.

Sono molto impulsivi e raramente frenano le loro emozioni.

Sono dotati di un forte intuito e di passionalità: sono anche molto permalosi e vendicativi, meglio non farseli nemici.

Sono orgogliosi e presuntuosi e questo li fa vivere in modo indipendente senza seguire i consigli di nessuno.

In amore sono passionali e possessivi: per conquistarli ci vuole un misto di finta indifferenza e malizia.




Sagittarius

(23 Nov. - 21 Dic.)


Elemento: Fuoco
Pianeta che lo governa: Giove
Colore: Porpora
Pietra:Turchese (Zaffiro Blu - Corniola - Lapislazzuli)
Fiore: Fior di loto
Metallo: Stagno

Anatomia: Le sue corrispondenze anatomiche sono: le coscie, il fegato, il pancreas, i polmoni, la circolazione arteriosa, la colonna vertebrale, l'osso sacro coccige.
Le malattie perciò ad esso correlate sono: la sciatica, i disturbi epatici, ipertensione, l'artrosi e le affezioni ai polmoni.

Profumo: Violetta, vaniglia, ginestra, ambretta, biancospino, lavanda, iris fiorentina, sandalo, incenso.

Qualità: Idealismo, entusiasmo, spirito d’avventura, franchezza, impulsività, scarso senso pratico.


I nati sotto il segno del sagittario sono ottimisti, simpatici, fiduciosi, schietti.

In genere hanno diverse avventure amorose e si sposano più volte.

Vitali, indipendenti, saggi si rivelano dei grandi parlatori ma dei pessimi ascoltatori.

Sono molto legati alla famiglia e sono degli amici leali, amano lo sport e l'aria aperta.




Capricorn

(22 Dic. - 20 Gen.)


Elemento: Terra
Pianeta che lo governa: Saturno
Colore: Nero
Pietra: Onice (Corallo - Perle Nere – Ambra - Ematite)
Fiore: Caprifoglio
Metallo: Piombo

Anatomia: Governa: le ginocchia, le ossa, i denti, i capelli, le unghie e la pelle.
Le patologie sono quelle ad esse collegate: artrite, affezioni cutanee, tubercolosi, gotta, arteriosclerosi.

Profumo: Alloro, garofano,sandalo, incenso, tè verde, bergamotto, muschio quercino.

Qualità: Serietà, ambizione, previdenza, ordine e diffidenza.

I nati sotto il segno del capricorno sono materialistici, responsabili, un pò snob con l'ambizione di raggiungere sempre le vette sociali.

Amano il potere: non sono impulsivi e questo li aiuta a ponderare le scelte per raggiungere il looro obiettivo.

E' molto riservato e possessivo: nei rapporti di coppia tende quindi ad essere poco incline alle tenerezze.

Amano tutto ciò che può mostrare il loro status sociale: lusso e ricchezza sono indispensabili.







(21 Gen. - 18 Feb.)


Elemento: Aria
Pianeta che lo governa: Urano
Colore: Blu e Grigio
Pietra: Ametista (Zaffiro Scuro - Pietra del Labrador - Duralite)
Fiore: Mughetto
Metallo: Platino

Anatomia: Governa le gambe e le caviglie, il sistema nervoso la circolazione del sangue.
Le sue malattie sono: vene varicose, spasmofilia, disturbi midollari e affezione nervose.

Profumo: Basilico, giunchiglia, vetiver, patchouli, geranio.

Qualità: Altruismo, indipendenza, spirito di contestazione, solidarietà, inventiva.

I nati sotto il segno delòl'acquario sono sognatori, romantici e credono in ideali umanitari e di fratellanza.

Sono onesti e fedeli ma spesso si trovano un pò isolati perché amano la solitudine.

E' spesso volubile e questa caratteristica gli fa fare azioni impreviste.

E' permaloso, ama la libertà e quindi odia ogni tipologia di limitazione al suo modo di essere.




Pieces

(19 Feb. - 20 Mar.)


Elemento: Acqua
Pianeta che lo governa: Nettuno
Colore: Turchese
Pietra: Acquamarina (Corallo Chiaro – Madreperla - Brillante)
Fiore: Glicine
Metallo: Zinco

Anatomia: Governa i piedi, ma poichè si dice che il freddo ai piedi può determinare delle malattie, lo rapportiamo anche con l'intestino e i problemi polmonari.

Profumo: Iris fiorentina, mirto, menta, lavanda.

Qualità: Adattabilità, spirito di sacrificio, comprensione, tendenza al sogno, misticismo, emotività.

I nati sotto il segno dei pesci sono i più sensibili ed emotivi dello zodicao.

Sono dotati di una mentalità mutevole e duttile e quindi è difficle conoscerli profondamente.

Amano i viaggi e tutto ciò che non li imprigiona in una situazione statica: sono mutevoli e per trarsi d'impaccio possono cambiare strada all'improvviso.

Amano se il partner prende l'iniziativa ed hanno bisogno di tenerezza.












13 novembre 2009

Il fiore e la lumachina









C'era una volta un piccolo fiore che era nato in mezzo ad un grande prato verde.

Purtroppo però non aveva nessuno vicino a sé e si sentiva triste.





Un giorno c'era un sole molto forte e l'aria era calda e il piccolo fiore si faceva forza per resistere, e pensava... ”se solo ci fosse qualche altro fiorellino come me con cui parlare, forse mi sentirei meglio”.

Ad un certo punto sentì sotto di se un rumore e si abbassò per vedere cos'era.

Si trattava di una piccola lumachina che stava andando in cerca di un pò di ombra.


La lumachina lo guardò e gli disse... “ciao bel fiore, posso stare un po' sotto ai tuoi petali affinchè l'ombra mi protegga?”

Il fiore a dire il vero non sapeva cosa rispondere, non aveva mai visto una creatura simile e sinceramente ne era anche un po' spaventato e rimase in silenzio.


La lumachina vista la sua indecisione gli disse ancora... “non temere, non ti farò del male e poi ti terrò compagnia, ti racconterò tutte le storie che conosco”.


Così il fiore accettò e da quel giorno in poi la lumachina andava sempre all'ombra dei suoi petali e gli raccontava una favola o un viaggio che lei aveva intrapreso e il fiore era immensamente felice di avere una così dolce compagnia.


Arrivò l'estate e il fiorellino si sentiva tanto debole, si sentiva strano e chiese alla lumachina cosa potesse essere.

Lei gli rispose che ogni fiore ad un certo punto della sua vita deve intrapendere un viaggio, il suo polline viene sollevato dal vento e va ad adagiarsi su un prato o in mezzo ad un bosco e dopo qualche tempo nascono tanti altri fiorellini proprio come quello da cui era partito.


A questa notizia il fiore divenne tristissimo, si mise a piangere e disse alla lumachina che non voleva allontanarsi da lei, che voleva starle sempre vicino perchè non aveva mai avuto qualcuno cui teneva tanto.


Allora la lumachina gli fece una promessa e gli disse che quando sarebbe avvenuta questa trasformazione, lei si sarebbe occupata di raccogliere tutti i granellini di polline e di tenerli vicini e farli cadere in un posto bellissimo e protetto e che dopo di lei i suoi figlioletti avrebbero fatto la stessa cosa così che ogni fiorellino potesse avere la propria amica lumachina con cui parlare.

E così è stato.


Allora quando vi capiterà di camminare in un prato e vedrete una lumachina che si sta riparando all'ombra di un bel fiore, non disturbateli... e magari se vi avvicinate un pò


riuscirete a sentire anche voi le meravigliose storie che si stanno raccontando.





(F. Govoni)




9 novembre 2009

Sentimenti









I sentimenti...

sono molto importanti

nella vita...

sono il fulcro

di tutto ciò che siamo...

molti ci giocano...

ci scherzano...

spesso senza pensare

alle conseguenze





Chi ama

sa cosa si prova...

chi viene ferito...

lo capisce...


C’è gente

che per cattiveria

invidia o gelosia

cerca di sgretolare

l’immagine di una persona

parlando male

e insinuando cose

che non sono...


La cattiveria

è la madre dell'invidia...

e l'invidia

è sinonimo di ignoranza...


Chi cerca di scendere

a certe bassezze...

a questi

comportamenti subdoli...

non ha un'anima candida...

pulita...

è per questo che non bisogna

mai cadere in certi tranelli...

credere a ciò che non si vede

o si sente


Perché stupirsi

della crudeltà della gente!!!


Ormai è routine...

la cattiveria

non conosce limiti...


L'unico è serbare

nel proprio cuore

i sentimenti più puri

per coloro che li meritano.


La felicità di alcuni...

puo' essere

il dolore di altri...

ma tutti

dobbiamo cercare

di essere felici

senza nuocere al prossimo.


Amare le persone che amiamo...

senza dar peso alle cattiverie...


La nostra felicità

a volte

è di disturbo

a persone senza coscienza...

senza pietà...

senza scrupoli

che rendono amara la vita

amaro il respirare.


Parole dette senza umiltà

senza cuore...

così solo per far rumore...






Related Posts Plugin for WordPress, Blogger...

Lettori fissi



…E sono tua....
Come quando per gioco
mi tieni nel cerchio di fuoco,
Stringendolo lentamente
fino a rendermi meravigliosamente
tua...

E sono tua....
nell’ebbrezza dei tuoi desideri
e della tua passione....
La stessa passione che dà
un significato in più
ad ogni volta che ti dico
che ti amo...
ad ogni volta che ti dico
che ti voglio...

Visualizzazioni totali

Dal 25.03.2009

Dal 18.12.2012